username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'La biblioteca dei libri proibiti' di John Harding
Copertina intrigante e titolo ammaliante. Una piacevole sorpresa per gli amanti della lettura e cultori della parola. Il romanzo è ambientato in New England nel 1891. Gli scenari sono cupi e gotici come i pensieri della protagonista, intelligente, sagace e scaltra. Florence è un adolescente tenuta lontano dagli insegnamenti classici come la scrittura e la scrittura, abbandonata in un antica dimora con il suo fratellino e la servitù. Una piccola comunità, quasi isolata, dove i due ragazzi crescono liberi senza genitori e poche restrizioni ed insegnamenti. Pochi divieti, tra cui quello di accedere alla biblioteca. Il motivo si potrebbe ritrovare nella paura della scoperta della vera di libertà:il pensiero. Considerando ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Uno straordinario maestro di musica

    Intro: La bellezza dei luoghi e la loro distruzione ad opera di veri e propri mostri. Storia fantastica raccontata ai ragazzi affinchè prendano coscienza del problema.  
    Come comincia: Sono le dieci precise di un bel mattino di luglio. Dalla scaletta di pietra, fra i pini, scendono in fila indiana una trentina di bambini accompagnati da un uomo. I bambini si sparpagliano in un attimo sulla piccola spiaggia e si tuffano nell’acqua calma e trasparente. Cominciano a divertirsi ...
    [...continua]
    autore: Ida Caggiano
      Poesia

      Si fermò il tempo

      Si fermò il tempo sulla lampadina
      che delicatamente illuminava il suo viso di cera.

      Il soffitto bianco, pareti di fuliggine,
      il ritratto del nonno nel piano di lavoro.

      Si fermò il tempo sul letto,
      silenzio in spirale di sofferenza
      sostenendo tra le sue mani
      un rosario di legno.

      Quel giorno Dio stridé
      dietro la vecchia facciata di calce imbiancata,
      nel vapore umano di quel corridoio,
      nel battere della polvere sulla scala.

      Esplose il tempo in pezzi di nostalgie e dolore
      nella dimensione stessa della mia anima.

      E Dio ammutolì.

      Il rosario rimase per sempre tra le sue mani
      la materia del suo corpo si fermò,
      si disfò del tempo verso il niente.

      Non cedé a capricci né vani sospiri
      si pentì del sole e del pomeriggio.

      La notte occultò tra i morti
      la speranza appassita di mia nonna
      che si stancò degli uomini ed andò via;

      Dio non restituì mai a quella casa il tempo.
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuove poesie
        Nuovi racconti
        Nuovi commenti