username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alberto Presutti

in archivio dal 01 dic 2005

17 ottobre 1958, Firenze

segni particolari:
Amo indossar il papillon

mi descrivo così:
Poeta estempore, odio il poetese, amo poetar poetando, libero dalla prigionia della rima, che come schiavitù opprime il sentimento e l'emozione che vo' cantando.

01 dicembre 2005

Fosti un vento testardo

Fosti un vento testardo

che infranse l’onda del mio amore

e un incanto di insostenibile memoria

per anni, i miei anni.

Fosti la mia stessa vita e il dolore,

una luce sul mio volto il tuo nome

in mattine acerbe di scelte.

Fosti quel che non sei più

nei miei giorni ora così diversi.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento