username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

04 aprile 2012 alle ore 20:03

Ferro e oro

Ti sto parlando
e parlo di visioni
allucinanti abbagli
e riferisco
di stare attento
alle gialle sfumature.
Son vere solo quelle
ch'eran già così
prima che l'acqua
impattasse sopra il lucido
rompendo gli argini
dell'umano dilagare.
Brillan carati
e non la ruggine
che mangia le miserie
dentro ai cerchi
guadagnando metri
che si mordon la coda.
Ti sto parlando
coi buchi sottopelle
che lentamente
mangiano il mio sonno
bagnato non già d'acqua
ma di sangue
metallico a piacere
quanto basta
ad allargare
cerchi di dolore.
Apri l'ombrello
prima che l'acqua scenda
con i suoi denti
aguzzi ed aguzzini
ad inchiodarti
e divorarti il cuore.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento