username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

08 luglio 2013 alle ore 22:13

La scatola dei fili

I cassetti riaperti parlano,
snodano parole scomposte
disordinate
raggomitolate e rinchiuse
in angoli nascosti
di memoria e di cuore.
Così come questa scatola
che ha quasi la mia età
nel cassetto ritrovata.
La spolvero
e la stringo tra le mani
e con lei
stringo magone e ricordi.
Piano apro il coperchio metallico
che un dì conteneva biscotti
a riscoprirne i colori
che tu custodivi
a toccare lievemente
i fili e gli splilli
che bucano dentro
a rendere indolore il fuori
Niente è stato spostato.
E' tutto come hai lasciato,
come reliquia da adorare.
Colori da te sistemati
in modo premonitore
come se sapessi
quali oggi mi sarebbero serviti.
Il bianco a ricucire il vuoto,
il blu a ricucire la pace interiore,
il verde a ricucire la fiducia,
Il rosa a ricucire i sogni,
Il nero a ricucire la rabbia,
per respingere i piedi in testa...
...Il rosso a ricucire il cuore.
Manca però un colore che non esiste:
Il colore
per ricucire la tua assenza
impossibile da ricucire.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento