username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

11 aprile 2013 alle ore 1:09

Madida mente

Alla deriva
mi lascio trasportare
dalle correnti calde
del tuo corpo
fluttuando in questo oceano
di lenzuola disfatte
e cuscini stropicciati.

Questo è tutto ciò che resta
di questa tempesta dei sensi
che mi ha visto impotente
al timone impazzito
della mia volontà
e che tutto ha travolto
risucchiandomi nel vortice
tentatore e vorace
delle tue gambe
senza via di scampo.

Furiosamente hai cosparso
il mio corpo del tuo prezioso sale
mordendo il mio collo
e succhiandomi il sangue
rosso vivo come la cupidigia
traboccante dai tuoi occhi
di dilaniarmi
di avermi profondamente
dentro al tuo ventre.

Sai di piovra e conchiglia
squalo e sirena
anaconda e delfino
mentre un raggio di sole
attraverso la serranda
trafigge il tuo seno
lasciandoti cadere
abbandonata e madida di passione
sopra di me.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento