username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Alfonsa Palacanò

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Alfonsa Palacanò

  • 25 agosto 2009
    Frammenti di un sogno

    ... Vado avanti
    nella luminosa via
    per me oscura


    ove suoni silenziosi
    e il cielo senza luna
    né stelle


    Assente a me stessa
    senza pensieri, emozioni,
    e desideri...


    andando  sermpre avanti
    per una solitaria  strada
    senza confini


    Strane sensazioni notturne:
    la notte fonda - al culmine-
    comincia a declinare.


    "Tanta serenità trovata
    al mio risveglio tornando
    alla realtà."

  • 24 agosto 2009
    Ho Visto

    - Ho visto un bimbo
    stender la mano
    prer ai passanti tutti
    chiedere un tozzo di pane
    - Ho visto un cieco
    guidato dal cane
    col suo bastone
    attraversare una strada
    - Ho visto un uccello
    volare al suo nido
    per i suoi uccellini
    rifocillare
    - Ho visto una mamma
    stringer forte al  suo cuore
    il suo primo bimbo
    per donargli  il suo tenero amore

  • 09 giugno 2009
    O mia Palermo!

    O mia Palermo!
    ove venni alla luce
    Ti sento vicina
    e tutto vedo.

    - La vecchia piazza
    che il mare fronteggia

    - Il tenero abbraccio
    degli azzurri suoi monti
    nel lontano orizzonte...

    - Risento i miei passì
    sulle vecchie strade
    e del campanile i
    mesti rintocchi...

    Tua è la culla che mi fa
    sognare dentro il mio
    cuore.

  • 14 maggio 2009
    Gocce di ricordi

    Ricordo che con lunghe passeggiate
    - da sfondo la natura mi faceva -
    a cacciar grilli, lumache e farfalle
    mi recavo.

    Io le lumache in fila le mettevo
    I grilli saltellanti rincorrevo...
    e farfalle con la rete catturavo
    per poi lasciarle andare
    verso il cielo.

    Ricordo il mio sostar presso un ruscello
    e lungo le sue sponde camminare.
    Raccogliere le alghe non mancavo
    e quando il sole a sera tamontava
    gioiosa verso casa mi avviavo.

  • 12 maggio 2009
    Oasi di nuvole nel cielo

    Oasi di cumuli nembi
    Oasi di nuvole di beltempo
    spinte dal vento
    per il cielo vagano
    Da un'oasi piove e
    dall'altra affiora il sole
    frettolosi sulla terrra
    alcuni passanti  riparo
    cercano
    Altri invece si asciugano
    al calor dei  timidi
    raggi del  sole
    Ma di botto il cielo
    torna limpido e sereno
    mentre più in là
    sul mar riflettono :
    "Oasi e color di arcobaleno"

  • 28 febbraio 2009
    Sogno

    Magica notte al chiaro di luna
    espressione rapita di un bimbo
    che dalla spiaggia ne segue la scia
    Alone argenteo sul pelo dell'acqua
    e attorno ad esso movimento di pesciolini
    --- un'eco lontana nell'aria diffonde
    dolci melodie di canti e suon di campane
    Ma ormai la notte il suo posto
    ha ceduto all'aurora che di rosa dipinge
    profili di monti  e copre il mare :
    "Torna alla realtà il bimbo dal suo magico sogno"

  • 13 dicembre 2007
    Il varo

    Tutta  impavesata è la maestosa nave
    sull'invasatura ritta per il varo
    e luccicante di sego  è lo scalo fino al mare
    presente e fiera per l'opera compiuta
    è la maestranza tutta ed una silenziosa
    moltitudine di gente impaziente attende.
    La madrina solerte è già sul  palco
    con la bottiglia di champagne tra le mani
    e a lei vicino il prete a battezzar la nave
    si prepara...
    Poi tutt'a un tratto ogni brusio tace
    la bottiglia s'infrange sullo scafo
    ad un comando cedono i puntelli
    e la nave scivola  dolcemente  verso
    il  mare...
    Un prolungato scroscio di  applausi
    e di sirene l'accompagna ed ora essa è
    sulle acque immobile pronta a navigare...

  • 17 ottobre 2007
    Il Mare

    Infreddolita e stanca
    dalla spiaggia il mare
    osservo.
    Fischia alle mie orecchie
    furioso il vento...
    Tra le mie mani scorrono
    della sabbia i granelli-
    Sola... senza tempo... vuota
    la mente...
    dalla risacca sulla battigia
    il mormorio delle onde
    ascolto.
    Pigri i gabbiani verso il grigio
    e basso cielo il volo spiccano.

  • 22 maggio 2007
    Autunno

    Arsa l'uscente estate
    all'autunno il suo posto cede
    diventa grigio il cielo
    e il sole tra le nubi
    a nascondino gioca.

     

    In pieno autunno
    piangono gli alberi
    sotto una fitta pioggia
    e si spogliano dalle rosse foglie
    che la terra raccoglie.

     

    Diventano reali ricordi
    di altri tempi:
    "Le lunghe passeggiate
    attraverso il bosco,
    l'odore  dell'ozono
    che pungeva il naso,
    il  respiro del vento
    che il viso accarezzava."

     

    Rimane  profonda  traccia
    e tanta nostalgia.

  • 30 aprile 2007
    ... A un Angelo

    Vicino fosti a me
    figlio diletto
    col  tenero tuo amore che mi desti.
    Non mi  privasti  mai
    del  tuo sorriso
    soccorso mai negasti
    a tanta gente.
    Ma un triste giorno
    il mar di te invaghito
    ti prese nel suo
    abbraccio e ti  trattenne.
    "Rimane solo il pianto...
    Del mare ancor non so...
    Se devo amarlo ancora
    oppure no" .


  • 28 aprile 2007
    Al tramonto

    Adoro :
    - Nei meriggi vagabondare
    a piedi mudi
    sulla calda e bianca
    spiaggia del mare
    schivando le pozze d'acqua
    morta dalle onde lasciate
    e le chele di piccoli granchi
    che si rincorrono verso
    il mare.
    - Osservare i madraperlacei
    raggi della luna
    che si riflettono sul mare
    quando il sole dietro l'ombra
    si nasconde ed il cielo
    di stelle si ammanta...
    - Ascoltare il mormorio delle onde
    che di schiuma coprono
    gli scogli e il loro sciacquio
    sul bagnasciuga della spiaggia.
    Mi fanno tenerezza :
    -Le coppie di innamorati
    che pazientemente attendono
    il cadere di stelle per esprimere
    un loro desiderio.
    E pena mi fa:
    - il vagabondo che solingo
    cerca per la notte un giaciglio
    per dormire.
    Mi è dolce l'attesa che l'orizzonte
    - al primo canto del gallo -
    si copra del rosato di una nuova aurora.

  • 10 aprile 2007
    Mio Dio

    Fa che l'angelo
    al quale un dì mi affidasti
    stia sempre a me vicino;


    fa che per la dritta via
    mi accompagni passo passo


    fa che con le sue ali
    avvolga il mio corpo
    per dargli il calore dell'amore


    fa che chiuda i mie occhi
    senza aver paura
    nell'ora della morte.

  • 08 febbraio 2007
    Ombra e Luce

    La notte al galoppo
    oscura il tramonto
    Il mare si veste
    di luce di luna
    Il cielo si accende
    di tremule stelle
    Silente la terra
    attende l'aurora.

  • 01 febbraio 2007
    Verde Foglia

    ... Quale verde foglia
    da un solido ramo
    dal vento staccata
    or verso il monte
    or verso il mare
    vago.
    Finisce un giorno
    un altro arriva
    e mi ritrovo
    al punto di prima.
    Ma tutt'a un tratto
    il vento si alza
    e sulla sommità
    di un monte mi pone.
    "Sua ultima spinta"
    "Mia meta agognata"
    Vorrei rimanere qua
    per tutta l'eternità.

  • 11 ottobre 2006
    Fantasia

    ... Mia  soltanto è fantasia


    che mi fa girovagar


    su per monti


    giù sul piano


    per il mar mi porterà.


    Fino a dove  il cielo bacia


    ed il rosso del tramonto,


    quando il sole calerà,


    le sue acque coprirà.


    Fantasia! fantasia!


    Dei poeti tu sei l'arma

     

    più potente che ci sia.


    Basta un niente e con la


    mente, in tutto il mondo


    sarai presente.

  • 09 ottobre 2006
    Nostalgico passato

     Sola mi trovai tra la gente


    e ringrazio "Te"... Natura!


    Che ai miei occhi


    Offristi:


    - Vasta valle, dolci pendii


    dorati dal sole e verdi


    pascoli fin dove l'orizzonte


    il cielo bacia.


    Donasti alle mie orecchie :


    - Il dolce canto degli uccelli;


    - Il mormorio del rio le cui


    acque dal monte a valle


    scendono; il rumore delle


    fronde che la mattutina


    brezza col suo soffio spinge;


    lo strisciare delle lucertole


    sull'umida terra.


    Mi recasti:


    - L'odore dell'ozono dopo una


    fitta pioggia ed il profumo


    delle viole che timide si


    affacciano ai margini del rio..


    al sorger del sole.


    Ma il tempo in fretta sfugge e


    dallo specchio della memoria


    affiora soltanto nostalgia :


    "E' triste il ritrovarsi sola tra la gente".


     


     


     


     

  • Tal come fumo nero in alto va  l'insano

    arrampicatore d'umana società

     i suoi simili calpesta.

    Il suo essere esalta  e dei natali suoi non

    parla, nè desidera riandare ad altri tempi

    quando, sparuto fanciulletto, giocava a

    rimpiattino tra le fogne o faceva con

    lunghe pertiche di legno, ai pari suoi la guerra.

    I suoi simili non accosta se con le scarpe

    affamate e gli abiti a brandelli vede e si

    profonde in inchini  per chi nell'oro sguazza,

    pur se quell'oro ad onesti uomini è sottratto.

    Ad uno ad uno d'umana società molti

    gradini sale, ma quando in alto è - povero

    illuso - nessun lo guarda, né conforto avrà dai

    rinnegati simili con le scarpe affamate e  gli

    abiti a brandelli.

  • 17 marzo 2006
    Volo di gabbiani

    Si librano nell'aria i gabbiani, poi

    Scendono sulle onde per poi

    librarsi ancora.

    E' un rincorrersi l'un l'altro -

    Un fuggire nell'azzurro spazio

    Per poi tornare indietro - un

    Frenetico batter d'ali - un

    Insieme di pigolii che come

    Musica si fondono col vento.

  • 08 marzo 2006
    ... Al Caro scomparso

    Tu che hai già varcato dell'Aldilà la soglia ed

    il Tuo spirito con noi è rimasto, seguici ancora,

    guida i nostri  passi come facesti sulla Terra

    un dì

    Or della Tua presenza la casa è vuota, non più

    risuona del Tuo melodico canto e coloro che

    nel  dolore lasciasti - dalle Tue fredde immagini

    sulla carta immortalate - conforto alcuno avranno.

  • 06 marzo 2006
    Vorrei...

    Vorrei scrivere una poesia

    che abbia il calore

    di un raggio di sole,

    la fragranza delle onde marine.

    il suono dolce

    di una voce limpida e pura.

    Vorrei scrivere qualcosa

    che mi dia un punto di appoggio

    per affrontare la vita,

    che mi sollevi in pura estasi

    e produca nuove emozioni.

    Vorrei scrivere per altri

    e per me stessa.

    Vorrei dir loro

    quanto è bella la vita

    ... quanto è preziosa

    e quanto sia triste

    accorgersene quando non si può

    tornare indietro.

    Vorrei che gli altri provassero l'infinita gioia che

    per la "preziosa vita provo io..."

     

    13/10/2005

  • 17 febbraio 2006
    Chi in alto và...

    Tu che a giudice ti erigi per

    coloro che a questo mondo

    fratelli ti sono - e che non accetti

    facciano a te uguale trattamento -

    voltati indietro e scorri la tua vita

    fino a quel giorno in cui alla

    luce venisti.

     

    Uguale ad ogni  umano Essere

    tu fosti  - e lo sei ancora - anche

    se a questi, nell'umana Società,

    fortuna alcuna li ha baciati

    come per te lo è stato.

     

    Interroga il tuo cuore, se lo hai

    avuto e lo possiedi ancora;

    scendi dal tuo piedistallo ove

    la Società il tuo talento ha posto e

    nella quale il tuo ego trionfa già.

     

    Non illuderti la vita non è  soltanto

    fatta di malvagità lavoro e soldi, ma

    anche di amore e di altruismo per

     coloro che credi a te inferiori siano.

     

    Tieni bene in mente che oggi, domani o

    in un lontano futuro anche tu questo

    Mondo abbondonerai  e dal

    CIELO

    giudicato sarai.

     

    Marzo 2001

  • 07 febbraio 2006
    Borgo Marinaro

    Spinte dal vento rotolano

    le secche foglie sul duro

    selciato della piazza solitaria.

    E' grigio il cielo; è umida l'aria

    che la salsedine sui muri

    delle case appiccica.

    Nella vicina spiaggia

    vecchi pescatori frenetici

    scivolano lor barche in mare.

    Altri invece - reduci dell'infruttuosa

    notte - sciolgono le reti maledicendo

    le onde ribelli;

    ma di pesci... osservano... soltanto uno

    ce n'è; nella rete si dibatte!

    e, senza esitare,

    lo rimettono in mare,

    Un dolce sussurro arriva:

    " Domani è un altro giorno!"

    esprime uno di loro

    e

    Tutti, a testa alta,

    si avviano verso casa.

  • 18 gennaio 2006
    Solitudine

    Da solo, seduto su di una panchina,

    mio dolce compagno di giochi e di

    avventure, ritrovo.

    Di poco cambiate le sue sembianze;

    da una fitta rete di rughe,

    solcato il suo volto;

    Disperso nel vuoto il suo sguardo;

    trema la sua mano che in un nodoso

    bastone  appoggia.

    Felice e pur crudele il ritrovarlo;

    l'ho chiamato!

    ammiccavano i suoi occhi,

    ma forse non mi vedevano.

    Tra le sue mani le mie posi

    e lui li ha trattenute; ed

    infine,

    piano piano, dal suo

    torpore uscì.

    Si schiusero le sue labbra;

    sfolgorante il suo sorriso

    e con fievole voce

    così parlò :

    "Grazie mia cara amica...

    l'amore per la vita in me hai

    ridestato".

  • 10 gennaio 2006
    In ricordo del passato...

    Un passato fatto di piccole cose

    Che profumava di rose;

    Fatto di battiti di ali e di calpestii

    Di bimbi sull'aia;

    Fatto di gocce di rugiada che

    Al mattino luccicavano al sole;

    Fatto di cieli infuocati al tramonto e di

    Notti serene in attesa di una nuova

    Aurora.

  • 20 dicembre 2005
    L'Amore è...

    Meravigliosa cosa è l'amore.

    esso è il sentimento che fa provare

    sensazione di luce che si accende

    nell'animo nello scoprire l'esistenza

    di un'altra persona:

    "Esperienza che lascia incapaci

    di parlare - come sopraffatti da

    emozione- e che provoca creatività,

    affetto e desiderio di mettersi con

    essa in  sintonia..."

    E' un sentirsi rinascere a nuova

    vita; un accorgersi di quanto

    sia bello il cielo pieno di stelle;

    un vivere in un nuovo luminoso

    mondo: bello e pieno di speranza;

    un camminare insieme fianco a fianco-

    mano nella mano - smarriti nella felicità...

    I sensi sembrano acutizzarsi:

    - due cuori tremanti; due sguardi

    che si incrociano per poi perdersi

    l'uno sull'altro...

    Non sussistono parole per svelare

    il mistero di tale sentimento:

    "Si è in due, ma l'animo è uno solo ".