username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Castellini

in archivio dal 13 lug 2011

31 dicembre 1972, Forlì - Italia

segni particolari:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura. Per quanto riguarda la musica...

mi descrivo così:
Creativo applicato alla musica ed alla scrittura...niente deve essere banale.

27 luglio 2011 alle ore 11:57

Delirio allo zoo

Il racconto

Allo zoo ci sono molti animali diversi e molti di questi non lo sanno.
Le attrazioni principali son comunque sempre le stesse; L' acaro gigante, 
l' eleinfante, un cucciolo proboscideo ritenuto erroneamente estinto dal
momento che qui c'è, lo zebuddista ( una specie di vitello orientale ) ;
il roniglio ( una lepre sudamericana ) e una delle mie animalesse preferite;
la giraffabile, parla sempre con tutti e non è mai cattivo umore.
Sta nella gabbia con il lupoliglotta, saggia scelta dei gestori direi.
L' orsóno invece è stato abbattuto, era giunta la sua ora.
Ecco làggiù la zebbra, quando è ubriaca vede le strisce sovrapporsi
e crede di essere grigia.
E' in compagnia dell' asinoperoso, li han messi assieme perché non han
voglia di far nulla insieme al canestetico ( il bell' addormentato nello zoo )
e alla marijguana, un rettile troooppo tranquillo.
Mi è preso un certo languorino Ambrogio, mi dirigo verso l' iMac Donald Duck
sito all' interno dello zoo; il menù mi lascia in orizzontale come l' orsóno...
Panini al volpone, fesa di tacchino morto, patate con idem, sfiga di Paperino 
a rondelle fritte e ravensburger da 1500 morsi.
Cosa scelgo ? Niente, da bere allo zoo servono elefanta con cannuccia
( ne va matta la marijguana ), bava canalcolica, pianto di iena, latte d' aquila...
Bella scelta davvero, mi terrò la fame e la sete, non farò pp e tratterrò
le lacrime per evitare la disidratazione anche in caso dovessi emozionarmi
alla vista di due poiane in effusione.
Altro padiglione, serpenti, volatili, serpenti volanti e parenti.
Ed infatti intravedo tra i visitatori dello zoo i miei zii.
Con loro c'è mia cugina che sarebbe loro figlia; ha due anni ed è
appassionata dell' ecosistema rettile.
La mia cuginetta è talmente informata da far rimanere i serpenti volanti
atterriti.
Saluto i miei zii, la piccola cuginetta ed i serpenti tarpati da tanto sapere
e mi dirigo nel padiglione dei presunti estinti dove troverò il già citato
eleinfante, il tirannosauro buono ( è meno aggressivo in quanto avendo
le zampe superiori più sviluppate può masturbarsi ), il brontoblù, che è alto
due mele poco più, il piccolo minibisco ( un dinosauro nano vegetariano 
che si nutre di foglie di ibisco e che per riprodursi ha bisogno di alcool ).
Infine c'è il velociraptor Culius, un incrocio tra un velocista giurassico
ed uno precoxauro qualunque, gusti sessuali; cavoli suoi.
Sta già facendo buio ma ci tornerò presto allo zoo, senza luce la mia
animalessa preferita non esce dal suo rifugio, si tratta della scoiattila,
la seminatrice di flagelli che si nutre di ghiandeprecabili, ghiandevastatanti,
e ghiandeliranti.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento