username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Lisi

in archivio dal 11 lug 2006

02 dicembre 1986, Gaeta (LT)

segni particolari:
Tanta fame

mi descrivo così:
A pranzo

17 luglio 2006

La matita spezzata

Sei pronto?


 


Eccomi qui,


un luogo nella mia mente


dove amo nascondermi


strumento a priori


di fuga, pace,


solitario dolce appiglio.


 


Ancora una volta


non so come.


 


Ancora una volta,


non so come,


sintetizzo il caleidoscopio


di passioni e amori


in qualche foto.


 


Sembrano i miei occhi,


ma son solo specchi


per le donne che


la mia vita invasero


dominando ogni pensiero.


 


Stando da solo


mi spingo


più in profondo,


tra quella che


appare nella nebbia


una persa realtà.


 


Se c'è un dove


da raggiungere,


per un attimo


vi giungo.


 


Ma l'aria è quieta


ora


come la neve,


 


e


 


tale a fiocchi


che dal cielo in terra


discendono


lentamente


torno


al solito affannoso


respiro


della sera.


 


Testo tratto dalla raccolta "Le urla"

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento