username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Angela Maria Ortu

in archivio dal 07 nov 2007

02 ottobre 1957, Monserrato

segni particolari:
Qualcuno mi ha definita "Virago".

mi descrivo così:
Non oso definir poesie quel che scrivo nelle righe mie. Semplicemente "Pensieri Rimati" preferisco vengan chiamati. Pensieri dettati dal cuore che posson esser di rabbia, gioia o di dolore.

09 novembre 2007

"Nessuno" è il tuo scudo

Al tramontar del dì che ormai è passato
Tiri le somme di quel che hai avuto o dato.
E' un rito ormai per te, giorno dopo giorno,
Lo fai da solo senza più nessuno intorno.


Di quel "nessuno" fingi d'aver bisogno
ed al tuo animo menti ancor con sapiente impegno,
rinnegando invece ciò sempre brami in sogno.


Di quel "nessuno" ne hai fatto scudo riparatore
perché fermasse i dardi mirati al tuo fragile cuore.
Esso non ha più permesso che tu fossi colpito!
Non ha pià permesso che tu fossi trafitto!


Ma uno scudo è uno scudo!
Non ha anima, non ha intelletto!
Para tutto! Anche ciò che dà diletto.
Non sa eliminar ciò che può dar difetto,
Non lascia passar ciò che invece è gioia in petto!


E nel dubbio di poter ancora penare,
abitudine hai preso nel rinunciare:
Ad un raggio di sole che ti riscaldi il cuore;
Ad un sorriso che ti cambi l'umore;
Ad un'allegra compagnìa che rompa la tua malinconia.


Ma quel nessuno, acqua non può dare,
A te, assetato, naufrago in mezzo al mare!
Un mare che la bonaccia sa calmare,
Un mare violento, ma solo quando s'alza il vento.


E contro il vento non puoi far niente!
Il suo alito possente colpisce te
ma anche tutta l'altra gente.
Gente senza scudo e per la quale tu sei qualcuno,
non fan come te, che ce l'hai
E la consideri nessuno!


Alla tua stanchezza trovi giovamento
Nel chiuder gli occhi e nel rilassamento.
Ecco! E' arrivato il sonno in un momento!
E finalmente l'inconscio ha il sopravvento!
Fa riesplodere in te quel bramato sogno
Rendendoti felice e senza turbamento.


Sogni la tua mano stretta in un'altra mano;
Sogni il calor dei corpi che si fondiono pian piano;
Sogni il tam-tam dei cuori che rispondono al richiamo;
Sogni la spontanea dolcezza nel dir la parola "TI AMO"
Di due anime unite ed appagate sia nel corpo che nella mente,
E solo in sogno trovi chi ti ama veramente.


Quando schiarisce la notte col sole che spunta ad oriente,
Anche il sogno svanisce ed il risveglio è imminente.


Allunghi la mano inconsapevolmente,
Ma essa non trova niente!
Hai freddo, ti vuoi scaldare,
Ma non hai chi calore ti può dare!
Ed al richiamo del tuo cuore,
Non trovi chi ti dice: amore!


Non c'è dolcezza nel giorno che è appena nato,
ma questo è il risultato dello scudo che hai innalzato!


Dedicata a chi per scelta ha deciso di non aver nessuno

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento