username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 15 mag 2012

Annarosa Colasanto

Bari

elementi per pagina
  • 07 gennaio 2013 alle ore 22:30
    Profumo antico

     
    Timida l' ombra d'un cipresso
    si specchia nel  mare opalescente
    disegnano gli occhi,
    una casa antica
    impastata di pietre e mattoni
    i glicini cadono pensierosi
    dipingendo
    il prato
    scherzoso  il venticello
    agita le fronde,
    riportando alla memoria
    ricordi semplici, ma cari!
    Entriamo...
    Il focolare è acceso
    scoppiettando i ceppi..
    nella pigna balbettano
    le caldarroste
    delizia dell' olfatto.
    fantasma vaga nell' aria
    l' odore del pane appena sfornato,
    fumano le fragranti pagnotte nella madia.
    Ubriaca, l' odore di vino rosso novello
    sulla tavola imbandita di ricordi.
    E' Domenica, la famiglia riunita
    si presta a desinare
    canti di  bimbi
    rallegrano la mensa.
    Il profumo d' un tempo..
    scende quatto quatto
    dalle scale che affiancano la casa
    Restera' per sempre nella stanza
    dove dormivo abbracciata
    a nuvole di sogni.. da bambina.
     

     
  • 06 luglio 2012 alle ore 22:54
    Schizzi D' amore.

    Disegna la parete del cielo
    un fregio di luce,
    iroso il vento
    cambia direzione
    nuvole sgualcite
    dispiegano sogni
    nell'alveo del tempo.
    Rigira un groviglio di pensieri
    labile memoria,
    lasciando all' orizzonte
    discorsi mai finiti.
    Emulano le stelle
    bagliori incandescenti
    scivolano calde parole,
    tra piume e seta.
    Mormora il linguaggio degli amanti.
    Avvolge il buio sottigliezze,
    percepite solo dal silenzio.
    Ansima complice
    il respiro ambiguo
    nella notte...

    Autore Annarosa Colasanto

     
  • 16 maggio 2012 alle ore 17:46
    Autunno

    Riflette spigato
    un raggio di sole
    sulla via.
    Scroscio di foglie
    sfumate di giallo,
    prive di linfa
    aleggiano, posandosi
    su un arazzo antico,
    che dipinge
    il viale al tramonto.
    Filtrano tra gli alberi
    maldestri spicchi di luce,
    schizzando il colore
    dei marroni
    sulla tela sdrucita
    da squarci
    d' arabeschi floreali
    appassiti.
    Sconnessi respiri
    lasciano la vita,
    molteplici letarghi
    sgusciano nelle tane
    stiracchiandosi
    s' addormentano
    col ticchettio
    della pioggia, soave
    melodia autunnale.

    Autore: Annarosa Colasanto

     
  • 16 maggio 2012 alle ore 8:53
    ..Sguardo nell' anima.

    Un minuetto
    di onde silenziose
    scivola sull' asfalto
    argenteo del mare ..
    ripetuto gesto
    che il tempo conserva!
    Profondi pensieri
    attraversano
    latitanti la mente,
    ingenui osservano
    il paesaggio incantandosi.
    Cadono sguardi
    nell' abisso dell' anima
    nell' inconscio
    di un momento incontaminato.
    Scavando respiri
    di libertà
    che inseguono sogni
    magica sensazione
    d' un cuore imprigionato
    nell' infinito amore
    oltre l' oceano
    scuta un oasi all' orizzonte
    contemplando
    un germoglio di speranza!

    Autore Annarosa Colasnto

     
  • 15 maggio 2012 alle ore 20:19
    Tu la vita

    Nel tuo ventre rannicchiata,
    ti conobbi per prima,
    le tue braccia si presero cura di me
    mi cibai del nettare della conoscenza
    cullata dalla tua dolcezza
    bevvi dal tuo seno la linfa della bontà
    guardando gli occhi
    di chi mi dette la vita...
    sostegno morale
    insostituibile figura
    mi aggrappai alle mani
    ed imparai a camminare da sola.
    Rifugio di sorrisi e lacrime
    le prime confidenze furono tue.
    Tu regina del mio cuore
    tenere parole,
    furono il dialogare
    orgoglio mio il prezioso tuo insegnamento!
    Grazie mamma di avermi fatta donna
    Grazie a te mamma
    la donna che oggi sono!