username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonello Ottinà

in archivio dal 15 feb 2010

28 settembre 1971, Germania

15 giugno 2010

Per molti ma non per tutti!

Intro: Una visione della società pessimista o realista? Questo è quello che ci si chiede dopo aver letto questa riflessione, che sembra scritta con la disperazione di chi non ce la fa più. Di chi si ribella all’ipocrisia, all’incoerenza di un popolo che è il nostro.

Il racconto

Siamo il Popolo della Solidarietà… Solidarietà Dual-Band, Solidarietà GPRS e UMTS, della Solidarietà Intercontinentale, siamo la Generazione 2 Euro a Catastrofe, siamo il Popolo che vede lontano, che protegge, nutre e colloca gli animali randagi e copre i Barboni con i cartoni, il Popolo che preferisce le povertà altrui, il Popolo che si Vergogna del proprio Disagio, il Popolo degli Amici Virtuali e di coloro che non sanno più chiedere AIUTO perché credono che l’AIUTO è per i più Deboli, siamo il Popolo Peace and Love, il Popolo contro la Violenza, ma che ucciderebbe gli assassini più spietati, contro la Tortura, ma che truciderebbe chi abusa della Vita d’altri, contro la Guerra, ma che metterebbe Bombe in Parlamento, siamo il Popolo Anti-Xenofobia, ma chi non è mai stato sfiorato anche leggermente da un Pensiero Sciovinista, la Purezza non è adeguarsi ad un colore,accondiscendere una Religione, riconoscere usi e costumi Stranieri, l’essere troppo a Nord o estremamente a Sud, la Completezza è il non aver mai pensato ad una Differenza e questa Differenza non averla mai Immaginata, pertanto siamo tutti Razzisti…
Siamo il Popolo in Movimento, dei Gruppi, delle Mille Idee e da Milioni di Soluzioni, siamo il Popolo Contro, Contro l’Illegalità, l’Abuso di Potere e l’Abuso di Favoritismo, siamo il Popolo Protesta che detto così fa pure “Figo”, ma siamo talmente Statici che ci siamo trasformati nel Popolo dei Piagnistei, siamo il Popolo che Condivide le Disgrazie altrui ma non ha rimedi, siamo il Popolo dell’Unione fa la Forza, avanziamo Compatti, se saremo in tanti non possono non accorgersi di noi, non possono non sentire l’urlo d’Innovamento che stiamo Diffondendo, se saremo in tanti dovranno Ascoltarci, se fossimo tantissimi farebbero ciò che Domandiamo, se fossimo tantissimi avrebbero perfino Paura di Noi…, ma oggi non c’è tempo, ci sono tante cose da fare, più Importanti, facciamo un altro giorno, tanto cosa cambia un giorno, due mesi, tre anni, magari mi Libero… magari le cose si Aggiustano da sole… magari mi sarò Stancato di essere Solo!
… ma non dovevamo essere un Popolo!
Perché in fondo è così che siamo, Esprimiamo pensieri che possono Piacere agli altri, compiamo gesti solo per farci accettare, mettiamo in mostra la parte di noi più comune, a volte Trasgrediamo per sentirci un po’ Diversi, in effetti lo siamo, bisognerebbe ricordarselo ogni tanto, bisognerebbe guardare oltre il senso comune delle cose,perché come agli occhi di molti il suicidio è un gesto peccaminoso, di debolezza o disadattamento agli occhi d’altri è un gesto Audace,ci vuole Coraggio.
Siamo il Popolo in attesa di una Nuova Catastrofe per Commiserarsi e pensare alla Sfortuna d’altri, tranquilli io non verserò una lacrima né invierò un SMS, tanto tra poco e col tempo saranno tutti dimenticati… come ognuno di Noi del resto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento