username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sangervasio

in archivio dal 29 mag 2006

10 settembre 1970, Roma

mi descrivo così:
Amo troppo la poesia per poterla descrivere con parole.

21 giugno 2006

Aspettandoti

Scànsate,

le grevi onde di terra bagnata,

sobbalzano.

Succede la sera,

quando si intarsiano illusione e realtà,

quando gli insetti mietono enigmi

ed i sassi delimitano i confini con i sogni.

Allora tu giungesti,

dal bordo d'un tiepido prato,

causando la fertile gioia,

che sa di sorriso.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento