username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Arthur Rimbaud

in archivio dal 07 feb 2002

20 ottobre 1854, Charleville - Francia

10 novembre 1891, Marsiglia - Francia

segni particolari:
Tanti, troppi per chiuderli in questa casella, chiedete a Paul Verlaine.

mi descrivo così:
Un poeta veggente alla ricerca dell'autentica lucidità attraverso un "lungo, immenso e ragionato sregolamento di tutti i sensi".

01 aprile 2006

Ire di cesari

L'uomo pallido va lungo aiuole fiorite,
Con il sigaro ai denti, vestito di nero:
L'Uomo pallido ripensa ai fiori delle Tuileries
E a volte l'occhio scialbo ha uno sguardo ardente...

Ebbro, è l'Imperatore, per i vent'anni d'orgia!
Si era detto: "Sulla Libertà voglio soffiare
Delicatamente, come su una candela!"
La Libertà rivive! Lui si sente sfiancato!

Prigioniero. Oh! quale nome sulle labbra mute
Trasale? Quale implacabile rimpianto lo morde?
Non lo sapremo. L'Imperatore ha l'occhio spento.

Ripensa forse al Compare occhialuto... Come
In quelle serate di Saint Cloud, guarda filare
Dal sigaro acceso una nuvoletta azzurra.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento