username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Catia Capobianchi

in archivio dal 06 apr 2011

22 maggio 1971, Bologna - Italia

segni particolari:
Lunatica (anche troppo)

mi descrivo così:
L'Arte è l'espressione di te stesso,questa è la mia filosofia e ne ho fatto la mia vita. Vivo fra la realtà e la fantasia; un mondo fatto di sogni che si proiettano nella mia mente come un film e non posso fare a meno di scrivere.

01 aprile 2013 alle ore 16:03

E poi arriva domani

Tutto vaga.
Infila il giubbetto e vai..
Che dirti.. non posso.
E loro? Giocano inconsapevoli del tempo che passa.
Io? Lacrime si nascondono dietro nubi diafane
dove remore piange l’amore.
Quale amore?
Un amore costruito in un era estinta
che fu il mio idillio alla luce del giorno.

La magia che cerco è un sogno
mi istruisco ad imparare a sognare per non morire.
Eccomi, lungo il tragitto della mia vita
ridendo  dei miei frutti
e  piangendo dei baci non raccolti.

Perdonami madre di non essere ciò che vuoi
ma dammi l’arbitrio di essere felice
anche se tu non lo sei stata.

Sospiro..  a nulla serve
Va .. è così.
Non sono Dio.. Io.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento