username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 06 set 2011

Caty C.

Isernia

elementi per pagina
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:38
    Ricordo..

    i guardo... tu,innocente raggio di sole,
    felice, sorridente, luminosa, brillante
    tu,creatura dei miei sogni,
    dolce, romantica, comprensiva, affettuosa
    tu,madre del mio cuore,
    triste, arrabbiata, nervosa ma dolce.
    Ti ricordo... tu, fiore fragile,
    felice e arrabbiata come un temporale
    ma piena di vita.
    Adesso, in un momento gelido e doloroso
    Ti guardo di nuovo... tu, vittima di una crudele sorte,
    piangente, triste, desiderosa di salvezza
    E vedo...la tua tomba. te.
    una volta viva, adesso morta...priva di vita...
    fredda, pallida, assente,
    solamente un corpo morto
    presto ridotto a delle ossa.
    ma non dimenticato.
    x sempre nei nostri cuori. 

     
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:37
    Piccola

    Eri soltanto un innocente essere
    con un piccolo cuore puro
    magico.
    Non lo sapevi, ma la morte
    aveva già scelto te.
    Non uccidendoti, no! Quello sarebbe stato meno doloroso
    Semplicemente torturando il tuo cuore, non più puro ormai.
    L'amore ti ha protetto, ti ha fatto vivere un sogno : una vita felice
    Ma non è stato abbastanza.
    Il suo incantesimo è finito, piccola.
    E ti vedo ora , cosi fragile davanti al male ...
    ti guardo negli occhi rossi come il fuoco
    ti accarezzo le guance brucianti
    e ti ascolto il cuore.
    Implora di essere salvato, ma tu stai in silenzio.
    Come fai, piccola creatura, a racchiudere tutto quel dolore dentro?
    Sussurandoti una parola affettuosa
    Prendendoti il viso tra le mani
    Abbracciandoti con la forza di un' anima
    Cerco di salvarti
    Ma ormai è impossibile.
    Tu lo sai, e continui a combattere in silenzio.
    Sorridi, e continui a camminare. nel fuoco.
    Ma non per tanto.
     

     
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:35
    Angelo mio

    I tuoi occhi sono lontanti , persi nel'oceano
    profondo ed enorme cosi che è impossibile trovarti.
    Dannatamente impossibile.
    Ti invoco con la forza del pensiero , del cuore,
    tanto torturato davanti alla tua immagine ..cosi..spenta.
    Riesco a sentire i tuoi lamenti
    le tua grida imploranti aiuto
    i tuoi stanchi respiri.
    Mi butterei nell'oceano freddo
    e mi spegnerei con te .
    Ma devo aprire gli occhi... brucianti come il fuoco...
    e far brillare la luce delle altre anime.
    Solo la dea dalle ali nere sporche di sangue,
    ma portatrici di silenzio e pace,
    riuscirà a salvarti da questo incubo ,
    angelo mio.

     
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:34
    A te

    A te che mi hai desiderato cn tutto il cuore
    A te che hai pianto x me , che hai lottato contro la morte
    A te che , seppur stanco e quasi spento, hai trovato la forza
    x accarezzarmi , x regalarmi quelle soddisfazioni infantili ,
    x farmi sorridere, anche se tu stavi morendo.
    A te che hai sempre nascosto le tue lacrime , le tue urla di dolore,
    dentro un sorriso forzato
    A te che non ti sei mai sentito compreso, che sei stato vittima di mille emozioni
    contradditorie.
    A te che ti sei trovato più volte nel confine tra la vita e la morte,
    che hai continuato a scivolare nel vuoto ... te ne stavi rendendo conto?
    A te che ci hai sempre dato l'anima , che hai portato gioie nei cuori
    di tutti, anche se il tuo era offuscato dal pessimismo, dal dolore e dal realismo.
    A te che hai sbagliato , che hai scelto la via errata , che non hai saputo essere
    forte da sconfiggere la morte sia interna che esterna.
    A te che hai regalato dolcezza a tutti , che hai fatto sorgere il sole lì dove non
    c'erano più speranze.
    A te io dico grazie , per avermi lasciato le tue emozioni, i tuoi sentimenti , i tuoi pensieri
    che seppur dolorosi, soffocanti , mortali , mi fanno sentire vicina a te.
    A te io dico grazie, per avermi trasmesso la tua dolcezza , la tua estrema sensibilità che seppur eccessiva
    mi fa sentire meglio il dolore causato da te.
    Oh si , mi sento morire, però mi sento viva, sento che tu ci sei stato, sento di ricordarti anche se vagamente
    , sento di amarti.
    Nel mio cuore ci sei sempre tu, ci sono sempre quelle uniche 3 calde parole impresse nella mia mente...
    C'è il dolore per la sofferenza che hai subito,
    c'è la rabbia per la via che hai seguito, per i tuoi errori, per il fatto di non averti.
    Rabbia , si !
    Forse è una rabbia da egoista...ma non ne posso fare a meno perchè tu eri, sei , e sarai sempre parte di me.
    A te...angelo custode...dono la mia anima. 

     
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:32
    Musica,mia compagna di vita

    Affetto.Gratitudine. E’ questo quello k provo x te.
    Tu mi abbracci con le tue note ogni volta che le nuvole offuscano la mia mente…
    Mi fai piangere e grazie a te mi libero da quel tormento cosi intenso
    Mi fai vedere un raggio di sole tra quelle nuvole, e i tuoi suoni rock mi impongono di combattere
    Tu mi stai vicina ogni secondo della mia vita, condividi cn me ank le mie gioie, sei sempre li, e nn pretendi mai niente.
    Spavento. E’ questo quello che provo quando ti penso.
    Sei potente, sei un fulmine che mi travolge, senza che io possa difendermi.
    A volte lasci dolore dentro me, altre invece allegria.
    Ma è solo grazie a te che riesco a convivere con questo perenne tormento.
    Dipendenza. E’ questo quello che mi crei, perché senza te la mia vita sarebbe una tortura.
    Non abbandonarmi mai, musica. Resta dove sei, incisa nel mio cuore.

     
elementi per pagina
  • 06 settembre 2011 alle ore 23:39
    Amore e passione

    Come comincia: Si avvicino` a me lentamente prendendomi il viso tra le mani.Feci x baciarlo , poi mi tirai indietro, apposta!Sentivo tutto il mio corpo bruciare e le sue labbra carnose sembravano chiamarmi, sempre piu` forte...le osservai...quel colore rosso sangue mi tentava come se fosse il mio cibo, quello che mi manteneva in vita. Morbide,soffici....comele petali di una rosa. Esatto, una rosa maledettamente ferita e minacciosa! Piena di spini, macchiata di sangue, si sangue! Prova di un dolore..magnifico. Ma cosi bella , cosi attraente! Seducente...impossibile resisterle. Guardarla sembra surreale, averla sembra possedere la felicita` eterna , ma piu le si avvicina , piu si sente la minaccia degli spini, per poi tagliarsi. Oh si, tagliarsi! Il sangue fuoriesce furioso , ma stavolta il dolore non e` piu una sofferenza. E cosi...maledettamente bello. Ecco com`era lui. Quei spini li avevo avvertiti ma li avevo ignorati. Anzi, mi piaceva sentirli vicino. Non sapevo pero` che presto mi sarei tagliata e il sangue mi avrebbe accompagnata per sempre. Un sogno proibito. Ecco cos`era lui, e le sue labbra.Velenose.Il veleno, pero`, seppur fatale, era dolce.