username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cecilia Bertacche

in archivio dal 30 mar 2007

07 novembre 1954, Imola (BO)

segni particolari:
Malinconia vitale?

mi descrivo così:
Una viaggiatrice dell'anima una curiosa del mondo, un reporter del nulla, una collezionista di mostri, una raccontafiabe, un raccontatore.

03 gennaio 2008

Per Viviana

Madre
lasciarti qui mi strazia
vederti qui mi strazia
piccolo pettirosso
ma mi sono assicurata di tutto
lo sai, mi conosci
so che chi ti porterà con se
è la Tenera Sorella
figlia dello stesso Creatore
quella che chiudiamo nell'Ombra per terrore
lei mi ha raccontato, piano
una notte, mentre tu dormivi
di luoghi chiari pieni di tutto ciò che ami
e sussurrava:
vedi, le metteremo cose calde
e nulla le farà più male
e ancora raccontava
che ci saremo tutti
piccoli grandi cuori
i nomi che conosci
insieme ( come tu già sapevi)
e che la tua terra sarà dolcissima
come l'odore della Madre che ti ha cullato
Madre
creatura nella mia carne
per questo voglio dirti:
tranquilla , vedrai sarò serena
(mi conosci)
anche quando aprirò le mani
(queste mani che sono diventate pugni)
vedrai si scioglieranno
e se ci saranno lacrime
Madre
(sempre e mai talmente amata)
cercherò che tu non veda
anche se so
potrai capirlo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento