username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

08 novembre 2012 alle ore 9:59

Cenere di gioventù

Caldo è il cuore
e il trasudar dell'anima,
attraversa la mia intimità,
carezzandomi il petto.
Chiome fluenti di note
giacciono,inermi,
in questo mondo,
oramai senza tempo.
Nell'androgino firmamento
di facce sconvolte,
dove lo strepitare
è padre di un'armonia sperperata,
coltivo il mio orto interiore
per condividerlo
con chi ne sente l'odore,
per non finire
in una compassionevole necropoli
in cui sepolti sono
i battiti vitali
dei fuochi ardenti
di gioventù bruciate,
ridotti in cenere.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento