username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

19 marzo 2013 alle ore 7:57

E' notte,dopo una giornata di duro lavoro

Lampioni appannati irradiano
di fioca luce la strada deserta

scintillanti d'amore le stelle
riflettono il loro brillare

esaltando la tranquillità del mare
acceso dai colori scuri della notte

solo

sfinito

con lo sguardo vuoto nel mio andare

gli attimi fuggono fulminei nel buio
spegnendo la foga del mio passo

divenuto ormai lento

mentre nuvole grigie
annunciano imminenti scrosci

a bagnare la mia malinconica solitudine
e nutrire il mio cuore di tristezza

frugale cibo della mia afflitta coscienza

non mi accorgo che il tempo è volato
le ombre divengono leggere 

e l'alba già rischiara gli angoli bui
riempiendoli di luce gioviale

ad ispirare i gesti del nuovo giorno
su cui riflettere

e capire il vivere
dal semplice esempio del suo materno calore.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento