username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

07 gennaio 2013 alle ore 14:08

Il Silenzio

Innamorato di te
per il suono di una tromba
scorrono nelle vene,
respiro nell'aria
quelle note. 
In penombra vicino a te resto,
Silenzio, 
strascico del mio passato.
Nel presente
ti guardo sopravvivere,
sentimento affannoso,
alle ansie e alle paure,
nella schiavitù libera
della mia solitudine,
crudele destino
dei miei giorni sempre uguali.
Mi trasporti
sulle note della tua musica,
dolce e leggera,
nelle mie artistiche performance,
volando tra le nuvole del pensiero
e sfidando
le vertigini di un Nulla
disperso nei meandri
dei miei perenni affanni,
a raccontare di mesti sorrisi
senza amore
e ripulire
la mia anima immonda.
La tua bellezza
riempie la mia natura
e col tuo fiato carezzevole,
gioiosa armonia,
rafforzi
il nostro indissolubile legame,
confortando l'insonnia,
tra versi ispirati
e passeggiate
nei pietosi percorsi dell'Infinito,
ad assorbire l'intima conoscenza,
preziosa erba medicinale
nella sconfinata prateria dell'Essere.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento