username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

04 dicembre 2012 alle ore 8:48

Io Ti prego...

Solo,nel mezzo del nulla,
le pupille consumate dalla pena,
me ne sto con i fremiti nel corpo
a ricordarmi la mia vitalità.
In un silenzio vellutato,
il mattino scorre lento,
taccio le mie doglie,
senza pronunciare parola,
con le braccia tese al mondo,
ad accogliere
le insolite fantasie
che la mente raggiunge.
Un viaggio immaginario
attraverso sentieri illuminanti,
che possono salvarmi
dal vortice profondo
del freddo più intenso.
Mi fanno compagnia
le mie preghiere
e nella loro commozione
mi incontro con Te
per chiederTi un consiglio,
un gesto,
una via per non inseguire
effimeri traguardi.
Tu
che sei me stesso...

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento