username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

11 dicembre 2012 alle ore 21:57

Madre

Ci sarebbe da rimproverarTi,Madre,
per avermi portato
in questo mondo crudele.
Qua ho conosciuto la rabbia,
il dolore,il tradimento,
la menzogna,le delusioni
e l'amarezza di aver vissuto
tutti questi sentimenti.
Qua ho conosciuto la paura,
lo smarrimento,il tormento.
Ti credo,Madre,
nel Tuo celebrare
la mia nascita
come un atto d'amore
e non voglio rimuginare
su quel che è stato
e perdermi in discorsi nebulosi,
anche se il vento
che accarezza
la mia pelle scalfisce
i solchi profondi
di queste sensazioni.
A volte però il tempo
nella sua imprevedibilità,
non impedisce al cuore di aprirsi,
slegato dai vincoli
di un brutto passato,
e continuare a pulsare.
E' allora che mi affido
totalmente allo Spirito Santo,
per cercare e trovare la Luce;
a illuminare il percorso
per condurmi,Madre,
fino al Signore.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento