username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

13 ottobre 2012 alle ore 7:12

Mare e dintorni

E' qui il mio presente,
di fronte a questo mare immenso,
a volte calmo e solitario,
altre tempestoso e pieno di frastuoni.
Eppure son qua che aspetto;
attendo il nuovo sole
che risplende in questo cielo 
e col suo mantello d'azzurro
mi avvolga e mi rischiari,
preludio di un letto e d'un pò d'oblio,
per realizzare le mie verità.
Non sono mai sprecati gli attimi condivisi
con queste soprannaturali visioni,
che il tempo,inesorabile,
con il suo scorrere silenzioso,
senza disturbare,alimenta,
nella voglia di andare oltre,
nel racconto di una speranza mai perduta,
dove ognuno risponda alla propria volubile
e fragile coscienza che ne determina la vita,
convinto che una mano chiusa a pugno
non potrà mai carezzare.Quante cose
avrei potuto fare e non ne sono stato capace !
Quando il mondo sembra che
ti stia crollando addosso,quando i sentimenti
sembrano svaniti e i sensi addormentati,
ci sarà sempre una manopronta a sostenerti e
allora,senza pensieri con motori truccati
che si prendono gioco delle tue tentazioni,
penserai a non arrenderti,perche,
forte o fragile che sarai,
l'applauso dell'ultima scena ti accompagnerà
nel tuo passo svelto senza la paura
d'incontrare il nulla e dirai:
che io abbia vinto o perso
non ha più alcuna importanza.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento