username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

29 settembre 2012 alle ore 7:12

Oggi,29 settembre...59° genetliaco

Con il corpo ammansito dalla tregua del pensiero,
la mente sdraiata su sbugiardate adolescenti passioni,
il silenzio mi travolge,mi consola,m'inebria.
Cinto di una veste intessuta di speranze,
cavalco le ondedelle mie certezze,boicottando
l'eco di cupidigiose voci d'invidia,con la voglia di novità,
positive e belle,che mi consuma in balìa di un arido
ritmo quotidiano.Sospinto dal vento delle mie passioni,
cerco l'attracco sulla riva amorevole del tuo sorriso,
ogni giorno senza nuvole,e con animo lieto mi rallegro,
anche se il mio inverno si avvicina sempre più,
impedendo al vuoto di imporre la sua dittatura.
Mi immagino vento per poter abbracciare
il tuo corpo con dolcezza,in un catasto di desideri
vecchi e nuovi,antichi e moderni,senza illusioni,
dove,cercando,rinasce il piacere di ritrovar me stesso.
Mi immagino aria per potermi far respirare da te,
penetrarti dentro,e assieme,preziosi e unici,
continuare a calpestare orme già percorse di ricordi sfavillanti,
non riconoscendoci figli di un Dio minore ,che vanno
al mercato della vita,pretendendo che degli inesperti ci valorizzino.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento