username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

16 marzo 2013 alle ore 18:05

Orizzonti sbiaditi

Condannare la propria spontaneità
a vivere solo del piacere della scoperta

godere sempre di ciò che ti sorprende

nella nicchia virtuosa
della legittimazione personale

nello spettacolo di gioia
trasmesso dal cuore

dolce armonia di gesti a saziare la fame
acqua fresca per calmare la sete

E allora cerchi di sfuggire al passato
riversando in versi sommessi 

lacrime già piante ormai asciutte
lievi rime struggenti

passeggeri del treno che corre veloce
sui binari della memoria senza tempo

nella fertilità dell'assurdo
concimato da sberleffi e dolori

tracce tragiche del pellegrinaggio
nel Paradiso delle anime perdute.

Apoteosi inappagata senza odio ne rancore.  

.                                                                                              
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento