username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Cesare Moceo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Cesare Moceo

  • 28 marzo alle ore 20:49
    Verranno quei giorni

    Verranno quei giorni

    "Quando ti senti inutile
    come un pastello bianco

    cerca qualcuno che preferisce scrivere
    su dei fogli di carta nera"

    Tradimenti e marciume

    intonano nenie
    che uccidono gli ideali

    nell'esaltazione degli egoismi

    Lapidi

    di volti barbuti

    avari di vezzi

    con le rughe irritate dai sentimenti
    e da sgarbate complicità

    conservano al futuro

    presenze immani di false illusioni
    e dei fantasmi del loro passato

    che li hanno accompagnato alla fine dei giorni
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 27 marzo alle ore 20:54
    Tra le pieghe del creato

    Fidati compagni d'avventura

    stupori d'invaghimenti
    accettati senza scrupoli

    rubano amore e dilaniano d'effimere adulazioni

    il cuore esterrefatto

    mentre carica di rimorsi

    resta l'anima nei sensi di colpa che l'avvolgono

    a cercar rifugio nello scrivere

    E storie d'amore e di guerra

    racconta tra i piaceri e i dispiaceri
    del suo viver nei conflitti interiori

    e riaccendon voglie smarrite di bianche colline

    in cui petali rosa di seni fiorenti
    aspettano d'esser raccolti coi baci

    e rivoli d'umore ardente
    scorrono tra le pieghe del creato
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • "Ma chi l'avrebbe detto mai...
    come è volato il tempo"

    Risvolti di Verità

    misti all'opacita' incalzante della ragione

    cercano giustificazioni
    a nascondere i pretesti del tempo che passa

    E ti affido ai miei insegnamenti morali

    per scordare la possessivita' del mondo

    e vivere la felicità e l'allegria

    nel disincanto dell'eterna fanciullezza che ci assale

    "Grazie a te che hai dato vita alla mia vita
    e m'hai insegnato ad andare avanti "

    E a sopportare l'avidità dell'anima
    e l'egoismo degli uomini

    rimanendo nella certezza che
    "uno su mille ce la fa"

    E tu ce la farai...tvb
    .
    cesaremoceo
    Proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 26 marzo alle ore 20:33
    Indelebili segni resteranno

    Indelebili segni resteranno
    dopo che il tempo ti avrà lasciato

    E Tu

    senza alcun lamento

    raccoglierai i cocci del tuo esser stato

    cosciente nei tuoi bagni purificatori tra piaceri e rime

    impenetrabile nella tua allegria

    tagliente e leale nella sua schiettezza

    Indelebili segni resteranno
    dopo che il tempo ti avrà lasciato

    E di Te

    che avrai sopportato
    tutte le intemperanze della vita

    ricorderanno l'ardore che avevi
    di scavare dentro le apparenze

    e quella tua sincerità quasi urticante

    di mostrare le ferite e i dolori

    la tua rabbia e la tua fragilità

    Indelebili segni resteranno...
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 26 marzo alle ore 20:31
    Il vento dei ricordi

    Lontananze
    da non dimenticare

    fatte apposta a rinfocolare
    orde di ricordi

    colorati angoli di passioni

    dentro cui si districano i piaceri

    nell'interiorità delle emozioni
    legate alle magie dell'anima

    E rafforzare i "legami"

    con la consapevolezza
    che in questa parola

    ci siano tutte le armonie dell'Immenso

    tra lo scorrer delle vertigini
    di un passato trasognato
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 26 marzo alle ore 20:28
    Non mi resta che piangere

    Un solo pasto al giorno
    a base di solitudine incancrenita

    mi toccherà nel prossimo vivere

    dove ognuno reciterà il suo credo a memoria

    fermandosi al di qua di quella sottile linea rossa

    che segna l'inizio della vita

    E mi sento a disagio
    pensando al mio futuro

    e alla perdita della dignità

    nella mia morale di cittadino del mondo

    destinato ormai alla mera sopravvivenza

    E non mi resta che piangere
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    CopyrightAltro...
     

  • 26 marzo alle ore 20:26
    Forse ho sbagliato qualcosa

    "Ogni poesia mi costa tanti dolori all'anima"
    e molte volte m'accorgo che...

    Forse ho sbagliato qualcosa

    Raggiri della mente
    nascondono da lungo tempo

    pensieri sfollati

    che sopravvivono ancora
    grazie alla magnificenza della loro agonia

    E in questo silenzio avvolgente
    che assorda e sconvolge

    e si avventa come un infido sciacallo
    sulle allegrie della vita

    io vivo la dispersione delle emozioni
    a svantaggio delle passioni

    e assisto inerme alla loro emigrazione
    verso più utopiche illusioni
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 24 marzo alle ore 20:50
    L'epopea del malaffare

    Tratteggi della mente

    danno luce
    a fasci di pensieri

    intenti a risvegliare
    l'anima che giace assopita

    deserta

    delusa d'aver accolto
    nel suo essere

    solo pretesuosità

    attimi d'ideali senza corpo
    a ospitare dettagli succosi

    sorprendenti e indipendenti

    ma sempre e solo pretesti

    a infangare lo spirito dei tempi
    e il fermento delle idee

    E accettare con piacere
    il mentire a se stessi

    assetati di lussuria

    nell'alibi di dar credito
    a volontà benefiche

    per mascherare con abilità
    le proprie malefatte
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

     

  • 23 marzo alle ore 21:14
    Caso mai,tu vai per la tua strada

    M'affrretto
    a distoglier lo sguardo

    da sciocche anime
    votate alla collera

    col tanfo della lussuria

    a avvolgerne
    i gangli delle menti

    e folgorarne gl'intelletti

    E mascherate ombre
    celano il futuro
    e si rallegrano
    in sorrisi da diavolo
    nelle pieghe buie della vita
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 23 marzo alle ore 20:39
    La mia gioia di vivere

    Nidifico come un falco pellegrino
    nei sottotetti del mio alto pensare

    al riparo dai condizionamenti
    e dalle storture della vita

    E' la mia storia

    che parte da lontano

    quando tanti anni fa

    "mi ritrovai in una selva oscura
    con la dritta via ch'era smarrita"

    E mi rifugiai in questo mondo spartano

    a proteggere dalle intemperie

    il mio corpo a goccia
    e "il mio andar da fumetto per bambini"

    nel piacere di questo mio scrivere

    che m'impone in dignitose ansie

    il mio cuore

    riveduto e corretto
    ma sereno nei suoi battiti al mondo.
     

  • 22 marzo alle ore 21:46
    Bolle di pensieri...volano

    Con i sensi a frantumarsi
    in mille ostinazioni

    scambio col mio corpo
    occhiate di compassione

    a provar pena per la pelle
    incisa dalle preoccupazioni

    pur nel desiderio
    di sconfiggere timori e dispiaceri

    E mi ritrovo
    a sbirciare nel passato più lontano

    guardandolo rimpicciolire sempre più

    fino a divenire
    una macchia indelebile dei ricordi

    Ora

    che la libertà mi morsica nel mio andare

    il futuro sembra scivolarmi addosso
    e contorcersi nell'anima

    inebetita dal cadere dei pensieri
    che fluttuano giù dalla mente

    E bevo quei pensieri
    come fosse miele secreto da api divine
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • Mai c'è stato nulla di scontato

    nell'essere e nel cuore a rinnovarci ancora

    Noi

    sempre e per sempre fianco a fianco

    compagni dei nostri momenti

    ad aiutarci a divenir migliori

    e far come se fosse ogni volta
    la nostra prima volta

    a donarci

    le meravigliose freschezze del nostro viverci

    E fuggiamo a rinchiuderci
    nelle stanze dei pensieri ardenti

    correndo a perdifiato nella nostra intimità

    col piacere di possederci

    a respirare e mordere nella passione
    il bello della vita

    amandoci per ciò che siamo

    e conservando in noi

    il segreto di veder le cose
    ognuno con lo sguardo dell'altro

    E non far nulla per rendere tristi i ricordi
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata Copyright

  • 21 marzo alle ore 20:32
    A mio fratello Piero

    Ce ne andiamo
    passeggiando nella felicità della nostra solitudine

    a cercare l'argilla giusta
    per purificare i pensieri

    e rivestirli dei colori che più amiamo
    senza mentire al mondo e a noi stessi

    anche nel tormento di scoprire
    che quegli abiti non esaltano il nostro incarnare

    E vinciamo la sofferenza con l'amore

    Noi

    riflessi negli specchi del vivere

    nell'orgoglio di sapere
    che nemmeno le rughe

    hanno rovinato il fiorire della nostra mente.

    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright
     

  • 20 marzo alle ore 20:45
    I colloqui tra l'anima e il cuore

    Mi sento come il ragazzino
    che non sono mai stato

    qundo mi ritrovo avvolto
    nell'allegria contagiosa

    che esalta la felicità
    immaginata come un regalo donato dal Cielo

    E rifletto su cosa possa essere la vera fortuna

    nella domanda profonda e silente
    che la mia anima rivolge spesso al cuore

    Dimmi tu mio cuore
    perché hai sempre un buon motivo per sorridere?

    E accetto ogn'ora la solita risposta
    nascosta nel ticchettio dei battiti

    ...mi sento stupido sono egoista
    e godo di ottima salute

    ...per questo sono felice
    .
    Cesare Moceo
    Proprietà intellettuale riservata
    CopyrightAltro...
     

  • 19 marzo alle ore 22:16
    Un dono dal cielo

    Scivolo
    attraverso la mia vita quasi per caso

    imponendo con severità il silenzio
    al mio arrovellare la mente

    lasciandola afflosciata
    come acqua scivolata a valle

    a stagnare in gemiti innocenti

    e cercare la liberazione
    dai dolori del vivere
    .
    cesare moceo

  • 19 marzo alle ore 20:56
    Io.genero di Zeus e Mnemosine

    E non è più un fardello

    la spossatezza che calpesta il mio vivere
    sotto i raggi del sole cocente

    Ho l'età più bella

    quella che mi regala scosse vitali

    nuove energie nella piacevole sensazione
    d'ammirare la natura che mi circonda

    animata da nuove e sconosciute trepidazioni

    colori d'allegria che riaccendono desideri assopiti

    nella crescente voglia di dar felicità ai miei attimi

    E vado avanti arbitro del mio destino

    ad affrontare le paure con il coraggio

    le sofferenze con la generosità d'amare

    i giorni a venire con la passione nel cuore

    Io accecato da nove fari di bellezza

    Io nove volte genero di Zeus e Mnemosine
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    CopyrightAltro...
     

  • 18 marzo alle ore 20:58
    Specchi convessi

    Mi fisso
    assorbendo il mio volto

    negli occhi cerchiati

    dallo scandire infelice
    dei battiti del cuore

    E scruto nelle rughe

    aliti di venti freddi che soffiano
    in quei profondi dirupi scoscesi

    a distorcere l'eco dei peccati
    e il piacere d'esser amato dagli angeli
    .
    cesaremoceo
     

  • 18 marzo alle ore 20:36
    I segreti del mio fiore

    Conversazioni sussurrate

    scintillanti di misteri

    nella ricerca
    d'un qualche gorgoglìo d'amore nel cuore

    con le parole a emanare profumi d'affetto

    e intridere paletti di sofferenze e depressioni

    vele lacerate nella meraviglia
    di godere della libertà interiore

    Conservare i sogni

    nel piacere di colorarne ogni emozione

    fin quando la vita

    stanca delle scorribande patite

    non decide di cacciarti
    dentro oceani d'ispirazioni oscene

    E allora perdi i tuoi spazi

    i tuoi pensieri le passioni
    e i dubbi

    e cominci con i viaggi inutili della mente

    a rivedere i luoghi della memoria
    in lunghi dormiveglia

    immerso nel vaneggiamento dei ricordi

    momenti d'accesa frustrazione
    al pensiero che la vita fugge via
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 17 marzo alle ore 21:12
    Ruvido raccolto

    Dediche

    vissute senza entusiasmi

    nel tremendio affascinante
    delle fantasie infiammate del vivere

    immaginazioni di vita da cui fuggire

    per perdersi in paure senza rumori
    e tumulti colmi di timori

    E viver di passioni

    accampato nelle paludi dell'amore

    a bonificare e coltivare dentro l'anima

    campi incolti

    disseminati di brandelli di menti
    ricusate dalla vita

    e cuori in perenne conflitto con Dio
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 15 marzo alle ore 20:56
    Il sogno di Narciso

    Nell'interiorità
    ringiovanita di coraggio e di fierezza

    e che cantilenando risorge
    ad ogni alito di passione

    simile a un'onda che ritraendosi
    riacquista la sua forza

    e s'abbatte con dolcezza
    e rinnovata gioia sulla sabbia

    a rinsaldare gl'invisibili legami
    che li legano nel loro destino d'unione

    vantando con quella carezza
    la sua volontà d'amare

    sbrano ingordo i miei giorni

    poetando del mio sogno
    d'appartenere a uno stuolo
    di uomini di valore

    E consegno le mie rime al futuro

    allietato dal desiderio
    d'elargirgli il mio fiero cammino
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright 

     

  • 15 marzo alle ore 20:56
    L'immortalità dell'idiozia

    Sussurri

    sibili di voci roche
    nate dall'irrequietezza

    vita e mito
    di malcelate acredini

    intrecciate a oscurare la mente

    e raccontare realtà
    scoppiettanti di fronzoli

    a confermare i distacchi umani

    lusinghe appariscenti
    ai margini del comprendere

    a delineare barriere di non ritorno
    in scenari che coinvolgono tutti

    di pensieri e sentimenti
    che si vendono le coscienze
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 14 marzo alle ore 21:25
    Fiore appassito

    Sonnecchio insapore e incolore
    nell'incarnazione del nulla

    in frammenti d'oscurità e di fobie

    che solleticano il vuoto della mente
    e turbinano nei mutamenti

    momenti di parole e di pensieri

    che si allontanano fluttuando
    tra i petali dell'inezia

    meschino fiore che cresce
    nei giardini dell'ignoranza
    .
    cesaremoceo

  • 13 marzo alle ore 20:49
    Siamo diventati ciò che più odiamo

    Soffocanti fiori d'emozioni

    sibilano petali d'edera
    attorcigliata al vivere

    a strangolare le serenità silenziose
    di cuori pulsanti di passioni

    Tra lo sveglio e il dormiente

    incubi rumorosi si srotolano
    insinuandosi nella mente

    e germogliano meteore accecanti
    che diffondono veleni al mondo

    E io confortato nelle rughe
    da gambi di pensieri

    sbocciati nei solchi scavati dall'esperienza

    mio malgrado cerco ancora la Luce
    ,
    cesaremoceo

  • 12 marzo alle ore 20:50
    In memoria di un clochard

    Aliti di vento funesto
    aiutano striature di nero

    a diffondere nell'oscurità
    sentimenti d'odio freddo

    adrenalina d'un destino fasullo
    a pulsare in forti ripugnanze

    tra frammenti di vite spezzate
    e rivoli di pensieri sfrenati

    E respirare il fiato dell'avversità
    ansimando di vivida nicotina

    con l'anima a svolazzare
    come una falena affannata

    in cerca d'una via d'uscita
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright

  • 11 marzo alle ore 21:07
    Baci e frustate

    E ci riveliamo tutti colpevoli
    nell'incapacità di convincere gli occhi
    a guardare oltre il proprio naso

    e capire che nelle storie d'amore
    tra i guerriglieri del mondo
    e i militi ignoti morti per la libertà

    i pensieri languiscono oltre i giorni

    E concepiamo la vita
    come un'unica luce d'egoismo

    nonostanteci accorgiamo
    dello splendere degli arcobaleni

    belle meteore da abbracciare
    quando i desideri ci tormentano
    e insultare se gli stessi tacciono

    E c'imponiamo d'intraprendere
    continui viaggi nell'interiorità

    tra le passioni e i cinismi del cuore
    sommersi in soffocanti paure

    baci e frustate donate all'anima
    repressa nella sua muffosa oscurità

    dove gufi malvagi
    intonano le loro tristi nenie

    mentre i fantasmi venuti
    dal mare scarlatto dell'esistenza
    seguitano a vivere
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    copyright