username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

23 aprile 2013 alle ore 15:36

Rinascita

Giornate gelide a produrre rinunce
e poi addormentarsi respirando arie di dolore

ferite umilianti nelle ore d'angosce vissute

Cercare "alchemiche creatività"
a creare nuove emozioni

negli sguardi smarriti
di uomini obbligati a braccia incrociate

con nelle mani i calli del lavoro
e la disperazione nei volti segnati dalle rughe

Invoco oggi le Fate del silenzio
contro lupi che ululano

agitando gli spettri del brivido
e nutrendo i rumori delle paure

nell'imporre egoismi e minacce
rivestite d'ipocriti continui tradimenti

Abbiate pena delle nostre anime ferite dai tormenti
nella malinconia dei gesti

e dalla nostalgia della ricchezza perduta

Fate che nei nostri cuori
ritornino a vivere orge di vita civile

e che i nostri figli attingano il nettare dell'amore

senza cadere nella tentazione
d'esser cinti con una corona di foglie di carciofo.
.
cesaremoceo (c)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento