username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

04 dicembre 2012 alle ore 21:09

Spasmi

La terra ansante,
accigliata,in sussulto;
il cielo ingombro,
luttuoso,sconfitto.
Avvolto
in quest'incanto d'irriverenza,
velata d'essenza,
dove la fiera lealtà s'inerpica
nel tentativo
di annientare se stessa,
soavi sentimenti palpitano
in cavernose dimenticanze
 a svendere l'anima
per librare le ali 
e imparare a volare.
Non temo inferni
di sguardi intorno a me;
nel mio sogno,
sogno che i sogni di tutti
un giorno diverranno realtà,
trasformando l'oceano
del patire in una lacrima
e il turbine
dei cattivi pensieri 
in un sospiro,
assolvendo
dalle colpe la memoria,
che congela
e scongela il passato,
rallentando
la digestione della vita.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento