username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

09 ottobre 2012 alle ore 8:39

Tu,Donna...

A mia moglie
==========
Senza freni ogni mio gemito
si perde in questa effusione;
ineffabile,il mio sogno
è vivo nel passato e
qui ne trattengo l'illusione,
restando sempre dentro l'incanto
d'esser ancora noi due soltanto.
Tu
mi hai aiutato a scoprire
la felicità ch'era assopita in me,
riuscendo a immaginare il desiderio
che si celava dentro il mio sguardo,
solo guardandomi negli occhi.
Tu,scuotimento
dell'anima e del corpo,
sai quando è il momento
di abbassare la luce e
avvolgermi in un silenzio
più forte di mille parole.
Tu,
che sai far piangere
anche chi non conosce
le lacrime e
far ridere anche chi sorridere
più non sa,
regalando nostalgie
che spezzano l'anima ,
aiutami a vincere l'ostentata
mia convinzione di essere,
nel mare immenso della vita,
un'isola sperduta,
voluta dal caso,
e l'illusione di sentirmi
un fiore
in cerca del suo vaso.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento