username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

11 novembre 2012 alle ore 7:52

Tu,uomo

Gridi il tuo dolore
e la tua solitudine,
trascorri le giornate
immergendoti
nella realtà che ti circonda,
pronto a raccogliere
in pezzi il frutto prodotto
dall'esplosione del visibile
che la tua vista,
offuscata dal malessere,
a mala pena intravede.
Assetato,nel deserto
che rimane nella tua vita,
cerchi Dio nella bisaccia
delle tue provviste
e spezzi le solide catene
che ti tengono
prigioniero della verità,
quasi fosse una condanna;
in soccorso
ti vengono le lacrime,
miracolo costante,
frammento divino,
a innaffiarti la coscienza,
a germogliare la speranza.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento