username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

06 gennaio 2013 alle ore 8:06

Un re senza regno

Lascio che il vento
impertinente
mi sussurri i miei anni,
che il suo sorriso
la sua dolcezza
la delicata tenerezza
del suo soffio
si nutra di me.
Trasporta le note
della mia giovinezza
accompagnato
da un cielo
dipinto dai colori
del temporale imminente.
Tutto questo mi avvolge
nella sensazione
di un re senza regno,
con in testa
la mia corona
d'alloro e di spine
a elogiare la mente
e sanguinare la fronte;
sangue e sudore,
ogni goccia un sapere;
chiodi piantati
in un passato
dove i ricordi
volati nel tempo
si son perduti;
segni indelebili
ferite ancora sanguinanti
non cicatrizzate dal tempo
e cercare sempre
un pretesto
una ragione per sperare
per non sentirsi distrutto
e pregare e credere 
per me per Voi
a un domani migliore.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento