username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Claudio Cisco

in archivio dal 05 ott 2009

18 ottobre 1964, Messina - Israele

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
Sono scrittore e poeta. Malinconico e meditativo per natura, sensibilissimo ed artisticamente creativo.

09 novembre 2009

Marionette

Intro: Chi l’avrebbe mai detto che essere una marionetta ci facesse sentire liberi e felici. È così che si sente il protagonista dopo aver ascoltato l’invito dei pupazzi colorati. Loro lo comprendono e lo ascoltano, non come gli umani. Basta un passo, una decisione ed ecco che la vita cambia. Addio solitudine.

Il racconto

Cantavo il mio romantico sogno nella notte davanti al palcoscenico buio di un teatro dove piccole marionette allibite mi guardavano. Tutto intorno il vuoto più assoluto, non percepivo umana presenza all’infuori di quei ridicoli pupazzi colorati: “Solo noi possiamo comprenderti, sappiamo ascoltarti, abbandona gli umani e salta qui sul palco da noi” mi dissero in coro. Così feci e diventai burattino tra i burattini, rinunciai alla solitudine d’essere uomo, scelsi i colori, il teatro, le marionette, diventai uno di loro. Su quel palcoscenico recuperai la mia vera dimensione, mi ritrovai folle e disperato ma libero e felice.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento