username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Costantino Kavafis

in archivio dal 19 apr 2007

1863, Alessandria d'Egitto

1933, Alessandria d'Egitto

segni particolari:
Mi dedicai molto a ridare vita alla letteratura greca sia in patria che all'estero. Le mie poesie erano solitamente concise, ma riportano molto bene rappresentazioni della realtà o delle società e degli individui letterari che ebbero un ruolo nella cultura greca.

mi descrivo così:
Fui un poeta greco, tra le più importanti figure letterarie del XX secolo, sebbene sia poco conosciuto in Italia.

19 aprile 2007

Il principe di Libia Occidentale

Buona impressione a tutti
nei dieci giorni che passò a Alessandria
fece il principe di Libia Occidentale
Aristomène, figlio di Menelao.
Tutto, dal nome al modo di vestire
con gusto, era greco: certo gradiva
gli onori ma senza ricercarli,
era modesto. Comprava libri greci
con un’inclinazione per la filosofia
e la storia. Poi, quel che più conta,
parlava poco stando come immerso
in pensieri profondi; è proprio
della gente del suo stampo
- dicevano - l’esser parco.

Non era un uomo profondo, non era niente.
Anzi, un tipo comune, insignificante
che, preso il nome e l’abito dei greci
si faceva passare per tale
in cuor suo tremando di sciupare l’effetto,
che gli scappasse detto, in greco, un qualche
barbarismo atroce. E far poi le spese
della maligna Alessandria che ride.

Perciò si limitava all’essenziale
badando alla grammatica e all’accento,
annoiandosi non poco, con tutti
quei discorsi che gli scoppiavano dentro.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento