username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

03 maggio 2012 alle ore 10:57

Amore,amore,amore.

"E' male.
Fa troppo male questo inverno di parole.
Un carillon risuona tristi note dimenticate,
il peso del cuore trascina al suolo l'essenza del corpo.
Tu,amore,che fine vuoi porre a questo idillio perduto?
Sono tua,come tu sei mio.
Danza ancora,prendi la mia mano.
Fuoco,ardimi le membra,ardi,ardi,spezza,brucia,uccidi.
Tremano queste gelide mani eppur non sanno cosa fare.
Gl'occhi si spengono,il cervello esplode.
Caro amore,dimmi dove sei?
Amore,amore,amore.
Un grido muto,il grido dell'anima.
Oh,amore.
Scuoti il cuore,uccidi questo muro di parole,
questo vuoto di dolore,
cercami ed amami.
Amore,amore,amore."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento