username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

10 luglio 2013 alle ore 17:53

Bambina

Come si può guardare e non vedere?
Quegl'occhi puri d'innocenza infantile che ti sciolgono l'anima.
Una così delicata creatura in un inferno di mostri divorati dallo sviluppo e il progresso?

Come si può negare un bene primario senza indugio?
I miei occhi hanno incrociato occhi così alteri e puri, quasi da sciogliere me stessa in una pozza di lacrime impure;
così docili, così fragili.

Come si può guardare e vedere tutt' altro, in un volto senza peccato, con una così anima di latte?
Il mondo non conosce più certe emozioni;
veniamo trascinati dall'uragano dell'oggi, sporcato di sangue e denaro.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento