username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

02 maggio 2012 alle ore 15:17

Canto Cieco

Di tanto amore cosa farò?
Lo venderò a chi ne ha bisogno un pò,
a chi può sentirsi su,un gatto,un cane,a qualsiasi chi.
E partirò,partirò,partirò,
lì dove si staglia il cielo.
E arriverò,arriverò,arriverò,
più in alto che potrò.
Porta dentro un carillòn l'amore che provò,
suona e canta,canta e suona più forte che può.
Gira e gira,gira e rigira la ballerina che comprò.
Partirò,non so quando,ma lo farò.
Arriverò lì dove un tempo avevamo sognato di illuderci,
e poi tornerò,tornerò,
chissà quando,poi tornerò."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento