username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

05 giugno 2012 alle ore 16:34

Un Mare Di Maledizioni

Mi sento come carne per vermi talmente ormai è putrido ciò che ho dentro.
Annegare in un mare di maledizioni perchè ci pensa il tempo a darti al dolore,non basta quello che ti piomba addosso che sa come strapparti ancora quei piccoli brandelli di forza.
Patire giorno dopo giorno quello che ti rimbalza addosso.
Non serve perdersi nella natura,essa adesso è troppo piccola in confronto al nero degl'occhi.
E' amaro tutto questo,come ingoiare cucchiaini di petrolio bollente che ti soffoca la faringe e non c'è cura ne modo per toglierla dai lembi di pelle che bruciano.
Credevo che peggio del peggio già venuto non poteva arrivare ma ci pensano le persone a fartele trovare.
Che schifo e che orrore pensare di poter vivere sperando in qualcosa che non avrai mai.
Il caso oggi ha voluto così,chissà se si stancherà mai di puntare il dito su di me.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento