username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

27 giugno 2012 alle ore 10:56

Monologo Interiore I

Il racconto

"Devi sapere che siamo spettatori di un mondo in continua evoluzione e che tutte le cose che lo compongono ci entrano negl'occhi e si fermano nel cuore.Ma la cosa che forse non sai è che il mondo,entrando nei miei occhi,non si ferma nel mio cuore ma bensì passa nei tuoi occhi fermandosi in te.E' questo quello che chiamo amore.Il mondo che ci passa dentro preso,fatto mio e poi condiviso come un giro infinito che muore con te.
Le stelle,il cielo,la luna e il sole,il mare e la terra non sono che quelle immense bellezze che mi riconducono al tuo essere perchè...devi sapere che tu sei per me il riassunto della bellezza del mondo e riesci così maledettamente a tenere tutto in te che questo è terribilmente immenso.E nel tuo infinito io mi bagno,mi assopisco,mi sconvolgo.
Quindi...non spaventarti di ciò che hai dentro perchè non è altro che il letto in cui il fiume della vita sfocia e si ferma dolcemente e insieme al resto lì ci sono io,se lo vorrai.Ma anche se non lo vuoi non puoi farci niente.Se in te c'è l'amore del mondo allora ci sarà anche il mio."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento