username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniele Brioschi

in archivio dal 19 mag 2012

07 settembre 1993, Concorezzo (MB)

mi descrivo così:
"La poesia è poesia quando porta in sé un segreto" (Ungaretti). Spero solo che la poesia riesca ad avvicinarmi a questo segreto, che avvicini voi, a questo fantastico segreto che è la realtà, che sono pure io: scrivendo imparo a conoscermi, leggendomi spero mi conosciate.

12 luglio 2012 alle ore 11:59

Lettera d'addio

Scriverti
a mezzanotte
forse è da pazzi
lo so
ma ora
ogni ponte
è spezzato
indicibile malinconia
avvolge i miei pensieri
scrivo lettere
piene d'amore
quello vero
il più raro.
E quasi
non te ne rendevi conto
lei sfuggiva
e tu cadevi
ma non ne facevi caso
immerso
com'eri
nel perfido rifugio
della finta sazietà.
Vivi una vita
che non hai scelto
quella che non intendevi
vivere
risucchiato
nel vortice
della convenzione
e della stupidità.
E tu, luna
tu hai vegliato
sulle nostre teste
con quel sorriso
d'indecifrabile mistero
che noi uomini
ti dipingiamo sulla bocca:
eppur mi vedi.
Mentre trasudo
di nostalgia
perchè mi fai sognare tu?
Rivedo la mia storia
rivisitata
in un gran film
quelli che hanno sempre
il lieto fine
ma ora so
tu non sei una favola
ho imparato
si sogna
ad occhi chiusi
perchè i desideri
quando sfiorano le stelle
non si avverano
- semplicemente.
Non risponderai
nemmeno adesso
lo so
ma mi sono reso conto
tutti perdiamo
le persone amate
non posso arrendermi così
non sono preparato
a perdere
la persona che amo di più.
Non riesco a smettere
di pensare
di sognare
le parole mai dette
le musiche mai ascoltate
il tempo mai consumato
quando eravamo
solo
io e te.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento