username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniele Brioschi

in archivio dal 19 mag 2012

07 settembre 1993, Concorezzo (MB)

mi descrivo così:
"La poesia è poesia quando porta in sé un segreto" (Ungaretti). Spero solo che la poesia riesca ad avvicinarmi a questo segreto, che avvicini voi, a questo fantastico segreto che è la realtà, che sono pure io: scrivendo imparo a conoscermi, leggendomi spero mi conosciate.

10 luglio 2013 alle ore 10:32

Sorella

E non riesco a coglierne il perchè
del cuore pulsante 
della notte
storico teatro
della mia malinconia
Malinconia
malinconia
malinconia!
Un giorno ti chiamerò
sorella
malinconia!
E sembra che la luna
così vicina
parli
illumini il mio desiderio
invincibile
una voce che col suo eco
ha nutrito il cuore mio
sei compagna inossidabile,
mia malinconia,
tu sempre fedele
quando mi scopro
adorante il bene
ma non farlo mio
quando il mio struggente desiderio
di amare
sposa un nulla
solo incontra
una puntura di rosa
ormai appassita
seppur bellissima
quando la mia ricerca
vive
di quello stupore
che trasfigura gli occhi di un bambino
e poi sfiorisce
tra le vette della letizia
e le profondità così popolari
della tristezza
in un vertiginoso saliscendi
senza soluzione di continuità
quando cambiare è una parola,
bella ma inerme
ma alla fine si ritorna sempre
da se stessi
e nella propria stupidità
quando risfogli il libro 
della memoria
parola viva
carne che rivive nel pensiero
ma non puoi cambiare
nulla
nulla
un misterioso nulla
e cresce l'ansia del perchè
ti chiamerò sorella, 
compagna malinconia
quel giorno che mi condurrai
faccia a faccia
io,
col tuo sposo,
il tuo tenero sposo,
il Signor Senso.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento