username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Dario Frascella

in archivio dal 17 mar 2008

17 gennaio 1978, Grottaglie

17 marzo 2008

Il tramonto dell'estate romantica

Scioglie i suoi capelli il sole
e scivolare li lascia sul mare
come un fiume accecante che scende
e gela le punte sottili dell’onde

 

Oggi fuggirà da qui
anche l’ultimo
fiato
in volo di rondine fuggirà da qui
anche l’ultimo grido
strozzato d’un cuore
che nella pietra singhiozza
come d’un pugno
chiuso

 

Va via... Non mi sa dove andare
Ma seco si porta una scia
che intavola gli occhi
a un abbaglio crudele

 

Finito è il tempo
Il sole ai suoi piedi le ore
lascia cascare
e nudo s’immerge nel mare
in un bagno
d’oro

 

Ora
nell’intervallo infinito d’un batticuore
mancato
annego in questo strazio di luce
senza respiro.

(Da "L'inquietudine dei fiori" , Gruppo Albatros Il Filo editore, 2009) 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento