username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

David Pierini

in archivio dal 07 gen 2008

15 agosto 1955, Porto Recanati

07 gennaio 2008

Vorrei liberarmi...

Vorrei liberarmi
con tutta la violenza di cui sono capace
di ogni cosa che mi circonda
con un ultimo possente
ruggito a piena voce.

Liberarmi da ogni schiavitù
velata e non velata
presunta o vellutata
con la stessa veemenza con cui il tuono
si libera nella tempesta,
con la stessa dolcezza con cui la morte
rende liberi dal martirio,
con la stessa speranza con cui il primo vagito
esplode nella vita
liberando il corso del respiro.

Liberarmi e fuggire via
sulla cresta di un'onda portentosa
nuotando come un pazzo
e per l'ardore furibondo
scrollarmi di dosso persino me stesso
ed approdare al più remoto lido.

Commenti
  • Danila Oppio Magnifica poesia...hai descritto le stesse sensazioni ch'io stessa provo...e che non sarei stata capace di esprimere così sapientemente come hai fatto tu, da leone qual'è il tuo segno zodiacale. intanto ne approfitto per augurarti buon compleanno, visto che accadrà tra due giorni, e salutami Porto Recanati, che adoro, e dove ho trascorso per anni magnifiche vacanze!!

    13 agosto 2012 alle ore 13:48


  • Stefano Centrone Vorrei liberarmi, David, è una poesia magnifica. Scritta sicuramente con tutta la costanza e la forza del tuo cuore. Ti consiglio di pubblicarla. A meno che, tu, non l'abbia già fatto. Saluti e buona scrittura; anche, ovviamente, buon ferragosto.

    13 agosto 2012 alle ore 18:51


  • David Pierini grazie Danila sapessi che sorpresa sapere che conosci il mio paese e grazie per gli auguri......grazie anche Stefano per le belle parole...la poesia è pubblicata nel mio sito di poesie d'amore...

    13 agosto 2012 alle ore 21:08


  • Danila Oppio Di nulla, ho manifestato il mio pensiero sulla tua poesia e Porto Recanati non è propriamente un paese, è una bellissima cittadina sul mare, col Conero al fianco e Loreto che la sovrasta quasi. e da un luogo che porta il nome di Recanati, città natale di un grande poeta come Leopardi, non poteva che nascere un altro poeta! Complimenti ancora e ancora auguri! Il sito tuo dove lo trovo? Che nome porta? Grazie

    13 agosto 2012 alle ore 21:16


  • Stefano Centrone Ho già visto David che l'hai già pubblicata sul tuo sito, ma, scusa se insisto, merita una pubblicazione su carta. Poesie come questa non vanno tralasciate minimamente. Buon ferragosto e, soprattutto, buona scrittura. Ciao!!

    14 agosto 2012 alle ore 11:43


  • David Pierini ecco il mio sito Danila http:://david-poesiedamore.blogspot.com

    14 agosto 2012 alle ore 18:06


  • Danila Oppio Grazie per il sito, ma ha ragione Stefano, le tue poesie vanno pubblicate su cartaceo, sono troppo belle per confinarle solamente in un sito, o due, poiché anche Aphorism le pubblica!

    14 agosto 2012 alle ore 18:49


  • Stefano Centrone Caro David anch'io, in un futuro non tanto lontano vorrei pubblicare le mie poesie contattando vari editori. E' una soddisfazione che merita di essere realizzata. Ho notato che vi sono autori che non sanno cosa vuol dire scrivere e riescono a pubblicare libri. Noi: io, tu, la stessa Danila ed altri, non possiamo non far conoscere i nostri pensieri a persone che, magari, leggendoli avrebbero uno stimolo e un aiuto morale. Ho capito che le tue poesie raggiungono spesso il cuore della gente. Su questo sono sincero. Perché quindi non pubblicarle? Buon ferragosto!

    15 agosto 2012 alle ore 11:53


  • Fiorella Cappelli L’agognata sete di libertà, in questa poesia del Pierini, è essa stessa tempesta. Racchiude la sua forza nell’essenza profonda “… con la stessa speranza con cui il primo vagito esplode nella vita liberando il corso del respiro”. L’autore scioglie le sue funi, per arrivare al mare e cavalcare, sulla cresta dell’onda, il confine di se stesso, fino alla conquista di un liberatorio, ambito, approdo remoto.

    17 agosto 2012 alle ore 16:47


Accedi o registrati per lasciare un commento