username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Davide Di Finizio

in archivio dal 26 mag 2007

06 dicembre 1986, Napoli

16 agosto 2007

San Lorenzo

LUI:

Stella piccina
stella profana
che scruti furtiva
nel cuor di chi ama,
scivola lenta
nel suo pensiero
e, nel silenzio
sfoglia il suo velo.
Non vergognarti
d’un uomo che sogna,
di leggere dentro
ad un cuore di donna.
Non vergognarti
di esser sincera
con chi non vive,
chi ormai dispera.

LEI:

Stella piccina
stella maldestra
che splendi persino
nel mare in tempesta,
rischiara il silenzio
con queste parole
che siano leggere,
che siano d’amore.
Non rifiutarmi
un solo momento
per stare con lui,
per dirgli che sento.
Non rifiutarmi
una sola occasione
per dirgli chi sono
e offrirgli il mio cuore.

Stella piccina
stella cadente
che sfiori la volta
del cielo sognante,
bacia le anime
di questi beati
che, in questa notte
si son dichiarati.
Tanto vicini
e pur distanti
non sanno ancora
che, in pochi istanti
hanno vissuto
la storia più bella,
solo guardando
la stessa stella.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento