username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Davide Miceli

in archivio dal 01 ago 2006

...

18 gennaio 2008

Bond, James Bond

Intro: A quanto pare l'autore del racconto ha avuto la fortuna di incontrare davvero l'agente segreto più famoso del pianeta. Gli indizi sono chiari, non poteva sbagliare... è proprio 007.

Il racconto

Era lui, non posso essermi sbagliato.
Era lui, proprio lui. Avanzava con il suo fascino austero e il suo eccellente gusto britannico.
Era il solo, l’unico. Lo sguardo penetrante, l’incedere elegante, la signorilità di chi sa di potere ed osa.
Fumava una sigaretta.
E nel fumo mi è sembrato d'intravedere Sua Maestà la Regina.
Era lui, che vestiva uno smoking con tanta disinvoltura.
Ieri sera in quel locale a ordinare un vodka-martini, agitato non mescolato, è stato proprio lui.
Bond, James Bond.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento