username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Donna Pola

in archivio dal 23 mar 2012

13 agosto 1987, Cento (FE)

mi descrivo così:
Non amo descrivermi.

23 marzo 2012 alle ore 16:31

Stanze vuote

…ora, c’è una luce alla finestra,
insegna alla notte
a rimboccare le sue ombre
al tuo letto.
China piano anche la luna
il suo sorriso.
E dirimpetto giace
il fosso muto alle sue stelle.
I forti colpi di preghiera
son lontani
e lontano è il giorno
da cui tu cerchi riposo.
Non c’è che strada e campi,
asfalto e orti.
Non c’è che densa quiete.
Solo quella luce
e lo scricchiolio del vento…
ed è come sentire i tuoi passi
in queste stanze vuote.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento