username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elio Ria

in archivio dal 19 dic 2006

27 gennaio 1958, Tuglie - Italia

segni particolari:
Ciò che agli altri è comune in me diventa specificità d'interesse e di attenzione.

mi descrivo così:
Lavoro, studio, caffè, sigarette, chiacchiere con gli amici,  scrivo.Leggo le poesie dei poeti antichi e moderni. Studio filosofia. Ascolto la gente per strada, i bambini, gli adulti, gli amici. Prendo appunti. Osservo e annoto. Abbozzo un verso che no so  dove mettere e rimane in attesa…

24 gennaio 2008

Il morso della tarantola

Con il suono asfissiante dei tamburi
danza una donna sventurata del Sud
nella magia di una superstizione antica

 

Dal veleno della tarantola
vuole liberarsi con un rito antico
inventato in un Sud prigioniero

 

Danza con in mano un fazzoletto
disegna nell’aria grandi figure
si dimena strisciando nella polvere

 

Il suo male non le dà pace
il fuoco della follia è nel suo corpo
i suoi occhi smarriti guardano il nulla

 

Nel nulla cerca il sollievo
invoca una guarigione che non c’è
la credenza ha vinto la sua libertà.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento