username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

09 marzo 2013 alle ore 13:30

Anima parla

Avevo sul corpo
tatuati
il volto
di trasformati
dolori
Una febbre
che m'accompagnava
sparpagliata
in cammino
Allora
lo spirito
imbevuto
di fuoco
Diffondeva
la forza
d'un cuore
mai domo
Attirando
a me
il magnete
leggero
di forme
sottili
Energie
d'oro
E ogni
parte
di questo
mondo
raccoglievo
Scrutando
assoporando
i segreti
di
vite
nascoste

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento