username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

09 gennaio 2012 alle ore 14:23

Forse sei tu - Caos onirico

Le scarpe rotte come le mie

Tanto hai camminato

e mi hai presa in braccio

In quella terra simile

alla Palestina

I miei piedi puntati

su bombe e palazzi

crollati

Mi hai presa in braccio

per farmi correre

Scapigliato

Sei un albero secolare

al vento

Non un'ombra

d'autocommiserazione

sul volto

Ma un sorriso

come arma

alla rabbia

e al dolore atavico

Uno zaino in spalla

e mille storie da raccontare

L'anima di un bambino

e lo spirito di uno zingaro

In quel caos di sogni

sei tu

Quello che non ho ancora incontrato

" Hard to say if the world we live in is reality or a dream "

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento