username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

26 febbraio 2013 alle ore 17:06

Milonga

Distesi
Il volto
Sul tuo braccio
E il sole
Principiava
A bruciare
Le montagne
A picco

L’orchestra
Di onde
Sfuggivano
Ai comandi

Come le
Piume sul capo
D’un navajo

Scrissi
Parole
Tra le più
Belle

In quel calore
Silenzioso
La voce
Non era che palpito

E tu non udivi
Corda tesa
Che desideri
Di stelle
Disordinate

Colpendo
Una
Ad una
Ogni certezza

Assorto
Mistero
Di capelli
In trama

I bambini
Odiarono le
Ombre
Facendo
Del gioco
Numeri da
Trampolieri

Saltiamo
Il corso del
Tempo
E vieni a guardarmi
Adesso
Guardami
Adesso

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento