username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emanuela Lazzaro

in archivio dal 09 dic 2005

15 ottobre 1978, Pordenone

segni particolari:
Mi piace il cinema horror e la musica rap.

mi descrivo così:
Sono un praticante avvocato e scrivo poesie da quando avevo 10 anni, più o meno!

24 marzo 2006

Il sogno asiatico

Cieli ameni, silenzio attonito,

razzie tra le strade,

mentre striscia l’onda folle,

così, tutto un po’ raccoglie:

palme straziate, fango, sangue

confondono l’odore,

mentre il sole abbaglia,

secca ormai la morte.

Grida di donna nel vento,

come lame tremolano

su tiepidi corpi anonimi.

Pesano fragili ricordi:

giocare in spiaggia, stare bene,

due bambini, una conchiglia,

ridere d’una vacanza finita

e non sapere… solo ieri,

solo macerie, oggi,

tra i miliardi d’una fine assopita.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento