username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

30 novembre 2012 alle ore 18:53

Credo nella pace



Dal fiorire del sole
Allo sbocciare della luna
Insieme con il mare
Ed un groviglio di sogni 
Scriviamo e recitiamo poesie.

Ma una sera di agosto
In un silenzio organizzato
Il mio pensiero corre lontano
Via da questo mondo che zoppica
Verso giorni che ruotano diversi.

Caro universo uguale e diverso 
Le stelle mi sembrano lontane
La gente tanto cambiata
Incredula si domanda
Cosa hanno oggi le campane?
Perché è festa e non suonano?

Vi prego gente che potete
In questa culla della vita
Non tagliatemi le ali
Voglio continuare a sognare
Il mare che recita versi nuovi

Camminare e viaggiare
Per la strada delle stelle
E farmi dire dal sole e dalla luna
Che il mondo ha bisogno di pace
E noi tutti dobbiamo sapere
Che tutto questo è possibile.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento